I 4 MIGLIORI SITI DI ANNUNCI DI LAVORO (+ BONUS FINALE)

Ecco quelli che secondo me sono i 4 migliori siti di annunci di lavoro. Per ognuno di loro ti dirò quella o quelle funzionalità che lo rendono particolarmente interessante e utile.

Rimani fino alla fine dell’articolo perché ti svelerò quello che li batte tutti e 4 per rendere la tua ricerca di lavoro super.

Prima di iniziare, ti ricordo di andare sul mio canale Youtube Michele Di Clemente per vedere molti altri 𝔱𝔦𝔭𝔰 sulle strategie di ricerca di lavoro più efficaci.

Ora, possiamo iniziare.

Partiamo dalla 4 posizione

4° posto: Monster

Monster è un sito web che si occupa del lavoro a livello mondiale che negli anni ha ottenuto diversi riconoscimenti.

È stato stimato che nella banca dati italiana risultano essere registrati quasi 2000 curricula di alto profilo, Risultano essere iscritti circa 5.000 aziende e giornalmente vengono pubblicate circa 300 mila offerte di lavoro. Niente male, no?

Molto interessante è la funzionalità in cui in base alle operazioni che dovrai fare hai la possibilità di decidere se aprire oppure o no l’account personale.

Quindi ci sono delle offerte alle quali ci si può candidare semplicemente inserendo la propria email oppure ci sono aziende dove per candidarsi è necessario compilare il form dove bisogna inserire le informazioni personali e caricare il proprio curriculum.

In ogni caso se decidi di registrarti, è abbastanza veloce e si ha la possibilità di inserire fino a 5 curricula diversi e 5 lettere di presentazione (ovviamente 4 saranno private e vedrai solo tu e 1 sarà pubblico). Quindi puoi decidere di cambiare nel tempo e secondo le esigenze il CV pubblico.

Puoi scaricarti anche l’app sullo smartphone che è stata realizzata con lo scopo di semplificare agli utenti il processo di candidatura.

Si basa sul sistema swipe, presente anche su altre applicazioni come Instagram e Tinder, che permette tramite il leggero scorrimento del dito sullo schermo di candidarsi oppure di passare all’annuncio successivo.

Monster ha ritenuto utile adottare questo tipo di tecnologia per permettere alle persone di candidarsi con un semplice gesto, ovvero trascinando il dito sullo schermo.

3° posto: Infojobs

Questa piattaforma per trovare lavoro esiste da oltre 24 anni e si presenta come un classico motore di ricerca, che ti consente di trovare le offerte di lavoro più adatte attraverso le parole chiave prescelte.

In questo modo la ricerca è molto mirata grazie all’utilizzo di filtri, tra cui settore, luogo, km di distanza, tipo di contratto, stipendio ed esperienza richiesta, data di pubblicazione e molto altro.Scorrendo nella homepage si accede ad una panoramica delle aziende più interessanti che stanno svolgendo selezioni in questo momento.A differenza di altri siti qui è necessario registrarsi creando il proprio account, nel quale si dovrà creare il proprio CV e dal tuo account avrai la possibilità di seguire l’andamento delle tue candidature (quindi gli aggiornamenti di stato, se il tuo CV è stato aperto e se l’azienda l’ha valutato positivamente o scartato). Allo stesso modo, anche se non ti sei candidato, puoi vedere l’azienda che ha ricercato e visualizzato il tuo cvUn’altra interessante funzione è la possibilità di non essere visibili e/o ricercabili da determinate aziende, una funzione molto utile per esempio per non far sapere al proprio datore di lavoro che si è attivi nella ricerca di una nuova occupazione.

2° posto: Indeed

Indeed è in realtà un motore di ricerca di lavoro che raccoglie quindi annunci di lavoro da una vasta gamma di fonti, inclusi siti aziendali, agenzie di lavoro e giornali, il che significa che puoi cercare in un solo posto una grande varietà di opportunità di lavoro. In teoria non te ne serve un altro.

E’ in fortissima crescita ed una delle piattaforme più utilizzate al mondo.

Puoi fare le tue ricerche indicizzate per settore e località, salvarle, creare alert e per ovviamente rispondere inviando il proprio cv.

A differenza di Infojobs, qui puoi candidarti anche senza necessariamente creare il tuo account e ti dà la possibilità di caricare il tuo cv o di crearne uno online (anche con un email di indeed stesso). Quindi il lavoro dell’invio è molto facilitato.

1° posto: LinkedIn (e non poteva essere altrimenti)

LinkedIn è il social professionale n°1 ed è il mio preferito.

Qui (ma proprio qui dove sto scrivendo) potrai trovare un mio post quasi ogni giorno.

Se fosse un luogo fisico sarebbe uno showroom di aziende dove puoi trovare i profili professionali di ogni tipo, (dal Ceo all’ultimo della gerarchia), notizie riguardanti il mondo del lavoro, le conversazioni, gli spunti e i post di chi ne fa parte, dove potresti fare networking 24 ore al giorno ed ovviamente le offerte di lavoro delle aziende a cui puoi candidarti facilmente sfruttando il tuo profilo come fosse un CV.

LinkedIn può crearti numerose occasioni per entrare in contatto con persone che possano offrirti opportunità di lavoro e per essere individuato dai Recruiter che sono alla costante ricerca di profili professionali da inserire in azienda.

E’ una piattaforma viva e sempre attiva.

Questo lo rende il luogo ideale per cercare lavoro e in generale intavolare conversazioni di business.

Però avere un profilo LinkedIn non è sufficiente per trovare lavoro: devi crearti contatti con professionisti di settore e referenti del mondo HR, seguire aziende e le loro opportunità di lavoro, partecipare a gruppi e discussioni inerenti il tuo settore o dove vorresti lavorare.

Se vuoi sapere come realizzare un profilo LinkedIn efficace nel mio canale Michele Di Clemente dove trovi la playlist di video dedicata.

Bene ed ora, come promesso, ti svelo quello che secondo me batte tutti e 4 ed è….

(rullo di tamburi..) Te stesso.

Non è uno scherzo o un gioco di parole.

Non puoi più permetterti di aspettare solo in maniera passiva che arrivi il giorno in cui qualche azienda ti peschi, leggendo il tuo CV da qualunque che sia il portale di annunci.

Dovrai, da un lato, migliorare il tuo appeal verso le aziende e dall’altro studiare le aziende dove vorresti andare a lavorare, presentandoti con autocandidature ad hoc.

Questo non vuol dire che non bisogna più cercare offerte di lavoro su siti o iscriversi a qualche agenzia. Il sito di annunci è uno dei tanti mezzi che avrai per metterti in contatto con le aziende, ma è solo uno dei tanti mezzi.

Ricordati che l’80% delle offerte è nascosto e non è visibile in nessun portale dedicato al lavoro, nessun giornale o rete sociale.

Sempre più spesso le aziende scelgono di assumere attraverso i propri canali, le promozioni interne all’impresa, il passaparola o tramite il consiglio di qualche amico o conoscente fidato.

E per trovare questi lavori nascosti dovrai attivare una strategia di networking e creare una solida rete di contatti e relazioni con profili professionali simili a te o dove vorresti lavorare.

Molti processi di selezione non vengono pubblicati proprio perché l’azienda preferisce chiedere consiglio a colleghi o persone di fiducia.

Le situazioni migliori per il networking possono essere convegni, fiere, albi professionali, centri sportivi, incontri, seminari o anche LinkedIn

Se ne vuoi saperne di più, vedi anche il mio video “Trova le offerte di lavoro nascoste prima degli altri”

Ci vediamo on line,

Michele